La Guardiense Cooperativa Agricola
 |  Home page |  Storia di Guardia Sanframondi |  Riti e tradizioni |  Le terre e i vini | 
l'Azienda |  Indice Prodotti |  le Ricette |  Come raggiungerci |  Statistiche |  CONCORSO DI IDEE

La terra e i vini di Guardia Sanframondi online

Per fare un buon vino potrebbe sembrare sufficiente partire dall'uva migliore e operare poi una sapiente trasformazione. Ma sono qualità come tradizione, amore e vacazione per la viticoltura che in realtà fanno la differenza.
È solo grazie alla massima cura, ad un'attenta selezione ed all'utilizzo delle più moderne tecnologie che tutta la fragranza e i profumi di un luogo, di un terreno, rivivono, esaltati, in quello che può definirsi un ottimo vino. E sono questi i presupposti da cui nascono i vini " La Guardiense ". Per produrli, ogni anno vengono raccolte e trasformate le uve di 1900 ettari di terreno. Parliamo di un'area del Sannio beneventano dalla vocazione viticola antica, colline verdi ed assolate dell'altitudine media di 350 metri. Il clima è è quello ideale, non troppo rigido d'inverno e con estati assolate e poco piovose. I vigneti sono impiantati sui terreni più vocati e le uve, prima di essere selezionate, vengono seguite con una cura ed un'attenzione quotidiana. Le caratteristiche, le personalità dei singoli vini cambiano: ogni bottiglia si lega meglio ad un sapore, ad un cibo, ad una particolare circostanza e sildenafil en Spain
Ma c'è una caratteristica che risulta comune a tutti i vini "La Guardiense": la generosità. Nessuno che abbia già conosciuto questi vini può negare che siano capaci di sedurre anche degustatori più raffinati.

Non basta l'uva a fare un buon vino. Occorre amore, sapienza ed una lunga tradizione. Per fare un "Guardiolo doc" però occorre anche dell'altro. È necessario, infatti, che i vigneti siano quelli dei comuni di Guardia Sanframondi, San Lorenzo Maggiore, San Lupo e Castelvenere della provincia di Benevento, posti su colline bene esposte, con terreni argilloso-calcarei ad alta vocazione viticola. Perchè solo in "Guardiolo doc" nasce da terre di storia e di riti. E dal lavoro appassionato, instancabile e tenace, di contadini che con fatica e con la natura si misurano quotidianamente, da generazioni. Solo tutte queste premesse possono assicurare le esclusive e preziose caratteristiche che il "Guardiolo doc" porterà sulla vostra tavola. In Bianco avr&agrava; un colore paglierino più o meno intenso, un odore delicato ed un sapore insieme secco, fresco ed armonico. Più chiaro nel colore il Falanghina, caratteristico nell'odore e dal sapore lievemente acidulo. Secco, decisamente fruttato e di colore rosa il vino Rosato, mentre il Rosso avrà un colore rubino intenso, tendente al granato per il tipo "riserva", un odore vinoso leggermente fruttato, ed un sapore vellutato e morbido. L'Aglianico, di colore rubino, avrà invece un sapore leggermente tannico. Infine lo spumante: fresco e caratteristico nel gusto, fine e persistente nella spuma, riempirà i vostri bicchieri con i riflessi tenui del suo colore paglierino.



info@laguardiense.com